Home Page de MediaPrestiti.it


Prestiti senza reddito dimostrabile o documentabile


Finanziamenti senza reddito dimostrabile e/o documentabile o senza dichiarazione dei redditi


> Prestito senza reddito documentabile o dimostrabile: è possibile da ottenere?
Il responso è positivo: certo! Ma tutto dipende vuoi dal significato da dare agli aggettivi "dimostrabile e documentabile", vuoi dal tipo di finanziamento: pensate che alcune forme di credito sono erogate senza documento di reddito. Inoltre, dobbiamo tenere distinte e separate due ipotesi: 1) essere senza dichiarazione dei redditi; 2) non poter dimostrare a livello documentale i propri redditi. E' vero che, di norma, le due cose coincidono ma è anche vero che entrambi hanno una cosa in comune: la presenza di un reddito! Dunque, che significa chiedere un prestito con reddito non dimostrabile? Cioè, potrebbe ed in quali casi coincidere con un prestito senza dichiarazione dei redditi? Beh, in buona parte dei casi il finanziamento senza documento di reddito trova una naturale coincidenza con la mancanza di una formale dichiarazione dei redditi (730, 740, unico, ecc.). Ma "buona parte" non significa tutti: abbiamo dei casi in cui sebbene manchi la dichiarazione dei redditi, questi, comunque, possono essere dimostrati a livello documentale. Il lettore ci scuserà per il discorso un pò prolisso, apparentemente noioso ma tuttavia necessario per far capire, in base alle condizioni personali di ognuno di noi, in quali circostanze e come ottenere un finanziamento nei casi di cui ai nr. 1 e 2. Trattiamo i primi (senza dichiarazione dei redditi) e poi i secondi (senza reddito dimostrabile).

> Finanziamento senza dichiarazione redditi. Ci riferiamo al caso in cui manca una formale dichiarazione dei redditi ma quest'ultimi possono essere provati tramite altro tipo di documentazione: se così non fosse, rientreremo nell'ipotesi nr. 2. Dunque, vi sono dei casi in cui la dichiarazione dei redditi non è necessaria perchè le nostre entrate personali possono essere dimostrate diversamente e, pertanto, il finanziatore (banca o finanziaria, ma anche un privato) li accetterà di buon grado. Pensiamo, a titolo esemplificativo, ad un contratto di locazione (residenziale o commerciale) regolarmente registrato, oppure ad una rendita finanziaria sia temporanea (per es. fino a prossimi tot anni) o perpetua, oppure a redditi con ritenuta alla fonte e/o nei casi di sostituto d'imposta, oppure derivanti da attività in cui si è esenti fino ad una certa soglia (per es. atleti dilettanti), etc. In tutti i predetti casi la dichiarazione dei redditi è facoltativa ma dovendo pur dimostrare dei redditi produrremo la documentazione sottesa, cioè attestante, ad es. il contratto di affitto, la certificazione della rendita, l'attestazione delle ritenute alla fonte, etc. etc. Presentando la predetta documentazione non avremo problemi nell'ottenere credito il quale sarà direttamente erogato, come di norma, in proporzione al reddito dimostrato, documentato. A tutto questo è riferibile la frase de prestiti senza dichiarazione dei redditi. Se, invece, abbiamo sempre un reddito ma non siamo in grado di dimostrarlo con documenti alla mano, allora le cose si complicano e si fa largo l'ipotesi di cui al suddetto nr. 2: i finanziamenti senza reddito dimostrabile dei quali ci occupiamo appresso.

> Prestito senza reddito dimostrabile o documentabile: a cos'è riferibile e come ottenerlo? A cosa ci riferiamo è semplicissimo: se andate alla ricerca di un prestito senza reddito documentabile è perchè avete delle entrate, quindi un reddito che sostanzialmente vi permette di vivere, andare avanti, ma non potete dimostrarlo con dei documenti attestanti, appunto, la provenienza del predetto reddito. In quali cirostanze viene a crearsi una situazione del genere? Tralasciando le attività di natura illecita, situazioni come queste vengono create come minimo dal cosiddetto "lavoro grigio" ma, soprattutto, da quello nero il quale raramente è scelto dalla persona ma accettato per bisogno: o questo o niente!. Che fare in casi del genere se abbiamo bisogno di un prestito? Ne parliamo con un certo ordine logico. Domanda: dove mettete i soldi la cui provenienza non potete dimostrare? Verranno messi o sotto il materasso oppure versati in un conto corrente! Beh, in quest'ultima ipotesi potremmo parlare di finanziamento senza reddito su conto corrente? R: una volta... Ebbene, chissà quanti di voi avranno letto, in altri siti, che se versate del denaro in contanti sul vostro conto corrente (o libretto postale, è lo stesso) in maniera costante, periodica, la vostra banca vi farà il prestito... Beh, sappiate che una notizia del genere non è di per sè falsa ma obsoleta, non al passo con l'attuale legislazione. Infatti, prima, fino a qualche anno fa, era possibile, ma oggi (2019) a causa di una serie di misure anti evasione fiscale e/o antiriciclaggio e di conttrasto alla criminalità, la banca non può farvi alcun tipo di prestito senza che sia dimostrata la provenienza del denaro il quale, teoricamente, potrebbe derivare da attività illegali. Non solo: continuando a versare periodicamente grosse somme la banca ha l'obbligo di segnalarvi alla Banca d'Italia... Tuttalpiù, quello che può fare la vostra banca, ove siate vecchi clienti, è concedervi un piccolo fido bancario senza reddito in quanto questo sfugge alla legislazione predetta. Ma parliamo al massimo di un fido dell'ordine di un migliaio di euro, non oltre. Stando così le cose, vediamo come possiamo ottenerlo.

> Prestito tra privati senza reddito dimostrabile. E' la prima soluzione tra quelle che citeremo in quanto un privato dovrebbe avere una certa tolleranza circa la dimostrazione che il vostro lavoro proviene da un'attività onesta benchè in nero. Comunque, in tutti i casi nei quali ci si rivolge a dei privati, la parola d'ordine è: prestare attenzione!!!
Con la presenza di un terzo garante fideiussore: trattasi di un'altra soluzione, probabilmente scontata per molti dei nostri lettori, ma la dobbiamo citiamo comunque a favore di quelli che non hanno esperienza in fatto di mercato creditizio: il terzo garante fa ottenere il prestito anche a chi non può dimostrare il proprio reddito.
Senza garante ma con altre garanzie: Quali sono? Sostanzialmente le "altre garanzie" alle quali si fa riferimento sono rappresentate da beni immobili (appartamenti, terreni, box, ecc.), non necessariamente di proprietà del richiedente in quanto possono essere anche altrui (per es. di parenti). Precisiamo che, malgrado l'immobile, chi vi finanzia (banche o finanziarie) potrebbe chiedervi comunque un terzo garante. L'operazione da effettuare in questo caso è un prestito personale al contrario che si chiama mutuo liquidità.
Senza alcun tipo di garanzia: nè reale nè personale? Beh, qui le cose si complicano ma possiamo ancora "giocarci" qualche possibilità di ottenerlo anche senza garante e/o altre garanzie. In primo luogo indichiamo il vitalizio ipotecario: non ha bisogno di alcun garante ma di una casa (abitazione), questa volta però o proprietà del richiedente od al massimo del partner (non di altri) oltre ad un minimo di età (60 anni). Se interessati, posizionatevi su requisiti + calcolo di un prestito vitalizio ipotecario
Segue, non si sa mai, in subordine, il prestito su pegno: anche questa forma di credito non ha bisogno di garanzie collaterali, qualunque esse siano, e, l'ammontare del prestito, sarà direttamente proporzionale al valore dell'oggetto. Altre info su credito su pegno
NB: aggiungiamo una domanda che di recente ci ha posto un nostro lettore: è possibile il rilascio di una carta di credito senza reddito documentabile? Assolutamento no! A maggior ragione quella di tipo revolving in quanto è un finanziamento a tutti gli effetti...
Correlate: agenzie e finanziarie che fanno prestito cambializzato nel 2019